16 luglio 2015

Un’idea del Personal Branding

Personal branding: un’espressione coniata non più di due decenni fa, ma che si ricollega e viaggia in parallelo all’essere umano, in modo naturale, da sempre…o quasi.

Il “personal branding” può essere individuato nel processo di sponsorizzazione e valorizzazione della propria persona che conduce alla creazione di un vero e proprio “marchio personale”; l’obiettivo è quello di dare vita ad un cosiddetto personal brand che sia sinonimo di fiducia, sicurezza e qualità per coloro con cui veniamo in contatto ogni giorno. E quindi anche per i nostri clienti.

Ma come possiamo creare e sviluppare un “Personal Brand” di successo?

La costruzione di un brand aziendale ha inizio con l’individuazione dei punti di forza dell’attività. Ed è proprio questo il primo passo da seguire nella creazione del nostro brand personale. L’obiettivo è quello di riuscire a differenziarci, rendendo i risultati del nostro lavoro unici e inimitabili. Trasferendo alla propria vita personale le competenze e le attività tipicamente utilizzate in azienda per la creazione e la cura di un brand, possiamo guidare e controllare le percezioni di chi entra con noi in contatto. Questo non vuol dire ingannare, né “manipolare” le impressioni del nostro interlocutore, ma semplicemente portare queste ultime sui nostri binari più saldi e solidi, in modo da convincere chi abbiamo davanti a sceglierci ogni qualvolta se ne presenterà l’opportunità. Non c’è trucco, non c’è inganno. Sta tutto nel corretto riconoscimento, nella piena valorizzazione e nell’efficace comunicazione delle nostre migliori doti.

L’evoluzione del Personal Branding

La creazione e la crescita della nostra immagine dipende sempre meno da noi. Questa è affidata, in modo via via più accentuato, alla nostra clientela, al nostro datore di lavoro, ai nostri colleghi ed in generale a tutti coloro che parlano di noi. E con la diffusione dei social media su larga scala le possibilità di conversazione sono aumentate esponenzialmente e con esse anche le opportunità di raccogliere intorno a sé una vera e propria community. Ed è proprio per questo che i social media sono considerati la linfa vitale del moderno Personal Branding.

Partire dai propri punti di forza, esaltare la propria unicità e le proprie capacità, attirando a sé il maggior numero di persone rappresentano le fondamenta di un processo di Personal Branding di successo.

Personal Branding sui Social: istruzioni per l’uso

  1. Crea un “Social Media Brand”

Lo scopo dell’immagine di profilo è quello di identificarti e riconoscerti. Usare la stessa immagine sui vari profili utilizzati, dà vita ad una sorta di “Social Media Brand”, capace di differenziarti e allo stesso tempo di renderti facilmente riconoscibile agli occhi degli users.

  1. Parla di te..

Passo fondamentale è quello di fornire una biografia ed una descrizione accurata della propria vita. Parla di chi sei, cosa fai, quali sono le tue passioni. Affascina, rapisci. Attira il pubblico.

  1. Sii coerente

Step numero 3. Sii coerente con tutto ciò che hai scritto, postato, pinnato, twittato. La coerenza è un elemento chiave. Ricorda il nostro obiettivo: gli utenti devono formarsi un’idea precisa di noi, non vogliamo che questa venga distrutta o distorta.

  1. Mai mentire

Mai dare un’immagine falsa e costruita di sé stessi. Sii chi sei, basta valorizzare e comunicare in maniera efficace i tuoi punti di forza.

  1. Ispira il tuo pubblico

Ispirali. E’ il passo, forse, più importante di tutti. L’ispirazione apre la strada alla fidelizzazione, alla creazione di una community. E non esiste brand senza community.